ULTIMO AGGIORNAMENTO 15 OTTOBRE 2012

........................................................................................................................

CON DECORRENZA 1 OTTOBRE 2012 LE CONSUETE RIUNIONI SETTIMANALI RIPRENDERANNO NELLA SALA SOPRA LA BIBLIOTECA DI STARANZANO IN VIA ZAMBON 2 TUTTI I MARTEDI' CON ORARIO 18,30  20,30

.........................................................................................................................a

......................................................................................................................

Alla pagina dei diari di viaggio troverete il resoconto del tour in Bosnia e in Slovenia 2012

......................................................................................................................

ETILOMETRO IN FRANCIA

 Dal primo luglio è entrata in vigore in Francia una nuova norma del codice della strada che obbliga tutti i conducenti di veicoli ad avere a bordo un etilometro. Questa normativa interessa tutti i veicoli a motore di cilindrata superiore a 50 cc che circolano sul territorio transalpino, naturalmente anche quelli con targa italiana. Il decreto ufficiale recita: “Tutti i conducenti devono mostrare di possedere un etilometro, non usato, e utilizzabile immediatamente”.

Il provvedimento era già stato annunciato nel novembre 2011 da Nicolas Sarkozy per sensibilizzare i francesi sui rischi di chi guida in stato di ebbrezza, un’imprudenza troppo spesso causa di incidenti mortali sulle strade. D’ora in poi, chi non possiede uno di questi apparecchi per l’alcoltest, al momento di un controllo della polizia stradale, sarà passibile di una multa.

Di etilometri ne esistono vari tipi, da quelli monouso, detti “palloncini” o alcoltest chimici, a quelli elettronici. I “palloncini” costano decisamente poco, intorno ai 2 euro, ma lo svantaggio è che una volta usati, si devono buttare, inoltre, anche se integri, hanno una data di scadenza che va controllata. Il loro meccanismo è molto semplice: si tratta di un palloncino nel quale bisogna soffiare, mentre un reagente chimico, contenuto nel tubicino di vetro nel quale passa l’aria espirata, colora dei cristalli. La colorazione che ne risulta rivela il tasso alcolico contenuto nel sangue.

Quelli elettronici, invece, non utilizzano alcun sale o reazione chimica per la misura, ma si avvalgono di sensori di gas che rilevano la presenza di alcool. Il concetto è sempre quello di soffiare in un contenitore, però in questo caso si soffia direttamente sul sensore attraverso il boccaglio. La lettura del valore avviene tramite il display che riporta l’esatto valore. Il tipo elettronico costa circa 12 euro, ma si può utilizzare molte volte.

Tuttavia, in questi giorni, per gli automobilisti il problema non sta tanto nello scegliere di quale apparecchio munirsi, quanto piuttosto dove trovarlo, perché gli etilometri, di qualsiasi tipo, sono esauriti già da alcune settimane. In teoria si dovrebbero poter acquistare ovunque: dai supermercati, alle farmacie, alle stazioni di rifornimento, ma in pratica in Francia non si trovano più da nessuna parte e saranno disponibili da fine settembre.

Fortunatamente, se non si ha a bordo l’alcoltest, la multa è di circa 11 euro, almeno per ora, e comunque le sanzioni non sono applicabili fino al 1° novembre. C’è quindi un margine piuttosto ampio di tempo per potersi mettere in regola. Da quella data bisognerà però ricordarsi di averlo nel cruscotto. È bene ricordare che la concentrazione alcolemica viene indicata in grammi per litro e il limite fissato dal codice della strada, sia in Francia che in Italia, è attualmente pari a 0,5 g/l, che corrisponde a circa due bicchieri standard di vino.

Per poter misurare correttamente il livello di alcol, bisogna anche tenere in considerazione che il nostro organismo assorbe tutto l’alcol ingerito dopo circa un’ora e che, essendo molto lento il metabolismo, resta in circolo per molte ore. Pertanto, per capire il tasso massimo di alcol che abbiamo nel sangue, bisogna lasciar trascorrere un’ora dall’ultimo bicchiere prima di fare il test e, se risultiamo positivi, ci vorranno parecchie ore prima di rimettersi al volante.

 

SONO RIPRESI I LAVORI PER L'AREA DI SOSTA DI CAMPER ITINERANTI

 

Il direttivo del Camperclublafocedellisonzo informa tutti i soci che parcheggiano il camper nell'area del club, che sono iniziati i lavori comunali per costruire 8 piazzole per i camperisti itineranti, ma anche per dare disponibilità di un'attrezzatura di scarico e carico ai mezzi ricreazionali. Purtroppo ciò prevede un ulteriore breve periodo di disagio per chi deve transitare. Nel particolare bisognerà attenersi alle normative concordate fra il comune di Staranzano, la ditta che opera in loco e la direzione del nostro club. Ciò prevede che nelle giornate lavorative dal lunedì al venerdì il transito sarà vietato, ma il transito potrà essere concesso in accordo col direttore dei lavori. Dopo le ore 17,00 e nei giorni di sabato e domenica non ci saranno preclusioni se non espressamente indicate. In un tempo ragionevole, in funzione della complessità dell'opera, saranno tolte tutte le preclusioni. Al termine ne sarete tutti informati
Un saluto dal Camperclublafocedellisonzo
Siamo in dirittura d'arrivo!
Siamo in dirittura d'arrivo!

.............................................................................................................................

RELAZIONE DELL'ASSEMBLEA STRAORDINARIA

 

     SINTESI ASSEMBLEA STRAORDINARIA

                                                                                                                             Staranzano 20/06/2012

 

Trasmetto in sintesi quanto deliberato dall'assemblea straordinaria, convocata il 18 giugno scorso.

A presiedere l'assemblea il presidente Dijust, inoltre è presente il vicesindaco e assessore al bilancio del Comune di Staranzano, sig. Moretti Diego.

Il vicepresidente del club Visintin aprendo l'assemblea spiega le motivazioni di tale convocazione, con l'unico punto all'ordine del giorno, e le eventuali soluzioni che si dovrebbero prendere dopo aver ascoltato le proposte del rappresentante dell'Amministrazione, e cede la parola al vicesindaco.

Il comune di Staranzano, con l'occasione dei lavori per l'area di sosta dei camper, che abbisogna di uno scarico fognario, dopo una prima valutazione, ritiene indispensabile e urgente dare soluzione anche alle altre realtà sportive e ricreative , presenti in loco, Teenagers, Baseball, con situazioni precarie, e fuori norma per quanto riguarda gli scarichi fognari.

Fa presente inoltre della difficoltà nel reperire le risorse necessarie, per il progetto dell' area di sosta, se si fa la fognatura non ci sono più risorse per il suo completamento, ( che consiste nel blocco dei servizi e la nostra futura sede) a questo punto chiede la disponibilità della nostra associazione, a contribuire per quanto di nostra possibilità alla soluzione di questo problema.

L'amministrazione Comunale ci offre la possibilità di rivedere la convenzione decennale e portarla a 15 anni per gli aderenti al parcheggio, e per tutti i soci di avere una sede propria anche per 15 anni,( oggi per la sede,siamo ospiti del comune per 2 ore alla settimana,spendiamo 3/400 euro l'anno, in coabitazione con altre associazioni) balza subito all'occhio l'opportunità che ci viene offerta.

Infatti molti soci chiedono subito dei chiarimenti per meglio comprendere lo sforzo che ci viene richiesto, non lesinando critiche per la superficialità nella progettazione.

Il vicesindaco assicura il completamento dei lavori della fognatura in tempi brevi, i servizi dell'area di sosta saranno a pagamento, salvo lo scarico e la sosta di 48 ore per il turismo itinerante che sarà gratuito. Fa notare che le norme di oggi escludono i pozzi perdenti, buoni fino ad una ventina di anni fa, di conseguenza ci si deve adeguare.

Propone inoltre, se sarà di nostro interesse, di arrivare anche ad una convenzione per la gestione dell'area di sosta, da stabilire di comune accordo con un contributo annuale da parte del Comune, come per le altre associazioni, sportive e ricreative di Staranzano.

Il vicesindaco lascia l'assemblea, i soci ragguagliati sulla situazione di cassa, come ampiamente illustrata nel corso dell'ultima assemblea ordinaria che si è tenuta a fine Marzo, esprimono un parere favorevole alla proposta da parte del Comune, danno mandato al direttivo, di verificare con dei preventivi, in tempi brevi, la possibilità o meno di aderire a tale proposta.

Per quanto riguarda la convenzione per la gestione dell'area, rinviano a dopo il completamento dei lavori, una eventuale proposta da verificare sempre in assemblea se da accogliere o meno.

L'assemblea si chiude alle ore 20,50

 

Il verbalizzante    Franco Visintin                                                                                     ILPRESIDENTE  Luciano Dijust

 

 

........................................................................................................................

......................................................................................................................

......................................................................................................................